Frutti di bosco

Con questo nome vengono raggruppati i frutti a bacca che nascono spontanei nei boschi: lamponi, mirtilli, more, ribes e fragoline di bosco. I frutti di bosco non hanno mai occupato un posto di primo piano nella storia della cucina. Troviamo riferimenti a questi frutti più che altro in trattati di medicina relativi alle proprietà benefiche degli alimenti, come in quello del 1583 redatto da Baldassare Pisanelli (Trattato dè cibi e del bere), in cui si illustrano le qualità delle more.
I frutti di bosco (lampone, mirtillo, ribes, mora e uva spina) in Italia vengono coltivati solo sporadicamente, diversamente da ciò che avviene in altre nazioni (come Olanda, Germania, Polonia). Il periodo di raccolta va da giugno a ottobre-novembre.
Consigli per l’acquisto e la conservazione

Sono fra la frutta più deteriorabile, per questo è opportuno acquistarli in piccole quantità e consumarli subito. Sono ideali per la preparazione di marmellate, dolci al cucchiaio, semifreddi, gelati e succhi. I frutti di bosco vanno conservati in frigorifero fino a qualche ora prima del consumo.

Caratteristiche nutrizionali

Le sostanze chimiche caratteristiche di questo gruppo di alimenti sono le antocianine e i carotenoidi. I frutti di bosco sono inoltre ricchi di minerali come il potassio (da 160 mg/100 gr nel mirtillo e nella fragolina di bosco a 370 mg / 100 g nel ribes) e di vitamina C (i ribes ne contengono 200 mg / 100 g).

Tiramisù allo yougurt e frutti di bosco

PRANZO SANO FUORI CASA

Ingredienti

INGREDIENTI PER 6 PORZIONI

• 1 pacco grande di pavesini e un pacchetto sfuso
• 2 confezioni grandi di yogurt
• 400 g di frutti di bosco
• 50 g di zucchero
• Maraschino o liquore dolce a piacere

Essendo una ricetta molto calorica si consiglia di consumarlo in modo saltuario associato ad un pasto leggero.

In una padellina mettere i frutti di bosco (anche congelati) con lo zucchero e riscaldare fino a che lo zucchero sarà completamente sciolto, poi far raffreddare.
In un vassoio da portata a bordi alti disporre un primo strato di pavesini bagnati con il liquore, ricoprirli con abbondante yogurt e con qualche cucchiaiata del composto di frutti di bosco stendendolo in modo uniforme.
Fare un secondo strato di pavesini bagnati nel liquore mettendoli in senso contrario rispetto al precedente e ripetere con lo yogurt e i frutti di bosco.
Continuare così fino ad esaurimento degli ingredienti, terminando con lo yogurt coperto dai frutti di bosco.
Far raffreddare in frigorifero qualche ora.